La biblioteca della politica e della comunicazione politica

 

In questo spazio non ci saranno semplicemente recensioni di libri. La recensione è solo la “scansione” di un testo, la narrazione, sovente a fini commerciali, dei contenuti di un libro. Ogni recensione che troverete qui non sarà sic et simpliciter la narrazione dell’anima di un volume ma anche il punto di partenza di una retrospettiva (in senso storico-genealogico) o di una prospettiva (in senso nietzscheano), di un discorso che dal volume può originarsi e contaminarsi con altri discorsi. Perché i libri – come sostenevano Borges ed Eco – si parlano tra loro. I libri servono a farci penetrare altri mondi e altre realtà, dandoci sguardi nuovi sul reale e perciò ciò che conta è il processo ermeneutico che ne origina, lo spazio di discussione habermasiano che deflagra da essi. Post Scriptum: non è detto che si debbano recensire solo libri nuovi. A volte è più utile tornare a vecchie letture o a libri che solo apparentemente hanno esaurito il loro vitalismo. Perciò nessun nuovismo a tutti i costi.

 

 

 

Marco Damilano, Processo al nuovo
Marco Damilano, Processo al nuovo – l’ultimo libro di Marco Damilano
Il manuale di comunicazione politica di Giampietro Mazzoleni